Vie de Laurent de Médicis,: surnommé le Magnifique; traduite de l'anglais de William Roscoe, sur la seconde édition, Volume 1

Front Cover
De l'imprimerie de Baudouin. Se vend chez Treuttel et Würtz, ... A Strasbourg, chez les mêmes libraires, 1800
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 134 - ... l'ombrose selve, i sassi e gli alti monti, gli antri oscuri e le fere fuggitive, qualche leggiadra ninfa paurosa: quivi vegg'io con pensier vaghi e pronti le belle luci come fussin vive, qui me le toglie or una or altra cosa.
Page 469 - E se tu pur restassi per paura di non perder la tua perfetta fama, usa qui l'arte e pon molto ben cura che ingegno o che cervello ha quel che t'ama. S'egli è discreto, non istar più dura, che più si scuopre, quanto più si brama. Cerca de' modi, truova qualche mezzo, e non tener troppo el cavallo al rezzo.
Page 479 - Donne e giovanetti amanti, Viva Bacco e viva Amore ! Ciascun suoni, balli e canti ! Arda di dolcezza il core ! Non fatica, non dolore ! Quel c'ha esser, convien sia. Chi vuol esser lieto, sia: Di doman non c'è certezza.
Page 129 - Dum pulchra effertur nigro Simonetta feretro, " Blandus et exanimi spirat in ore lepos, " Nactus amor tempus quo non sibi turba caveret, " Jecit ab occlusis mille faces oculis : " Mille animos cepit viventis imagine risus; " Ac morti insultans est mea dixit adhuc ; " Est mea dixit adhuc, nondum totam eripis illam " Ilia vel exanimis militat ecce mihi. " Dixit — et ingemuit — neque enim satis apta triumphis " Ilia puer vidit tempora — sed lachrymis.
Page 295 - O una carbonata in un pan fesso. E chi crede altro ha il fodero in bucato, E que' che per l'un cento hanno promesso Ci pagheran di succiole in mercato. Mi dice un che v'è stato Nell'altra vita, e più non può tornarvi Che appena con la scala si può andarvi. Costor credon trovarvi E' beccafichi, e gli ortolan pelati, E' buon vin dolci, e letti spiumacciati, E vanno drieto a
Page 336 - Che ser Anton seco ha suo cappellano. Per ogni loco e per ogni stagione Sempre la fida tazza seco porta; Non ti dico altro, sino a processione.
Page 359 - Boccaccio ; e che nella lingua non si debba ancor credere al Poliziano , a Lorenzo de' Medici, a Francesco Diaceto, e ad alcuni altri che pur sono Toscani, e forse di non minor dottrina e giudicio che si fosse il Petrarca e '1 Boccaccio. E...
Page 331 - Conosceresti me', 8' è buono o rio. Dell età tua la verde primavera Hai consumata, e forse tal fia il resto, Fin che del verno sia l'ultima sera ; Sotto falsa ombra, e sotto rio pretesto, Persuadendo a te, che gentilezza Che vien dal cuor, ha causato questo. Questi tristi legami oramai spezza : Leva dal collo tuo quella catena Ch...
Page 403 - Loys, par la grace de Dieu roy de France, savoir faisons à tous presens et advenir nous avoir receue l'umble...
Page 82 - Thomas Portunay ('), estre pleige entre ledit roy Edouard et le duc Charles de Bourgogne pour cinquante mille escus, et une autre fois, en un lieu, pour quatre-vingts mille. Je ne loue point les marchands d'ainsi le faire : mais je loue bien un prince de tenir bons termes aux marchands, et leur tenir vérité; car ils ne savent à quelle heure ils en pourront avoir besoin , car quelquefois peu d'argent fait grand service. Il semble que cette lignée...

Bibliographic information