Page images
PDF
[ocr errors][ocr errors]
[graphic]
[merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small]
[ocr errors][ocr errors]

o di Glaser c-14 94

PREFAZIO N E.

NELL'ultima edizione di quest'opera, fatta nel 1797, si leggeva il seguente avvertimento. “ Quando il Sig. Baretti die alla luce il suo Dizionario Inglese ed Italiano, l'annunziò, nella prefazione, come un'opera superiore a quante simili compilazioni erano sin allora comparse. Credette che il Dizionario di Altieri, il quale sopravanzava di molto quelli di Florio e Torriano, fosse anch' esso imperfetto, tanto per mancanza di voci che per inesattezza di definizioni. E come si consigliò di preporre a ciascun de'due tomi una breve Grammatica, per uso di coloro che non fossero iniziati o nell'una o nell'altra lingua, dichiarò, nella stessa prefazione, che le sue fedeli guide, ne' labirinti grammaticali, erano stati il Dr. Johnson per l'Inglese, e Buommattei per l'Italiano. “Il Sig. Ricci Rota, cui si dee la seconda edizione della stess' opera, espose, in simili maniera, al pubblico ch' egli aveva in essa aggiunte molte utili parole, data una spiegazione a quelle che ne mancavano, corrette diverse omissioni, e riposti alcuni accenti nel lor luogo naturale. “ Non ho intenzione di profferire il mio giudizio, intorno o al merito dell' opera, o intorno al 2elo dell'uno o dell'altro autore. In una materia su cui l'Inghilterra e l'Italia han già pienamente deciso, ogni mia opinione sarebbe superflua ed intempestiva. Quello solamente dirò che mi conviene per rappresentare i mediocri vantaggi che, su le due precedenti, può contenere questa terza edizione ch'io ho avuto l'onor di dirigere. I. “ Spesse volte, sotto una sola voce Inglese, erano accumulate

« PreviousContinue »